faiv

602119_600469513301135_1790786003_n.jpg

cazzo da quant’è che non scrivo. 

29/05/13  tipo cinque mesi.

a guardare indietro anche il post precedente risale a cinque mesi indietro; questo cinque che si ripete mi fa pensare.

il numero 5, chissà che significato ha, fammi vedere un po’.

cinque è il numero naturale dopo il 4 e prima del 6.

bella wikipedia.

ma poi se leggi ancora, è un sacco di altre cose, è persino il numero di Shiva, e nella smorfia è la mano, ed è il numero dei giocatori di una squadra di basket, è quello di “gimmefaiv…orrai

certo che tornare a scrivere, per scrivere del cinque, è una bella cacata, lasciate che ve lo dica.

ma ho sentito il bisogno di farlo, e quindi, perchè no.

stamani ho sentito per caso una canzone vecchissima, little wing, che mi ha riportato indietrissimo con la memoria, di tipo quasi 20 anni; credetemi che dire quasi vent’anni piglia male.

la vecchiezza è terrificante, la sua sensazione lo è; quella ad esempio che ti nasce quando su google crome imposti la grandezza dei caratteri dello schermo al 110% e pensi “cazzo se la vedo più chiara” (e porti già gli occhiali, puttanaeva). è quella che provi quando allo specchio ti togli quei peletti infingardi che ti sono incominciati a spuntare sul mento. è quella che ti spinge a rifiutare un invito ad un party troppo party per i tuoi gusti attuali, e quella che ti fa storzare il naso nel vedere in giro quelle che tu chiami “amorevolmente” maidome.

insomma, quella roba lì.

che alla fine poi non ho mica un cazzo da scrivere, o meglio non ho un cazzo da scrivere qui; ma non abbiatevene a male nè qui, nè altrove.

è che bho…non so se sono felice, o come sempre otherwisehappy; potrei stare anche bene, a parte quella specie di ovo sodo dentro che non va nè in su nè in giù, ma che oramai mi fa compagnia, come un vecchio amico (semicit.)

non sono un cazzo zen, sarà l’autunno, sarà la vendemmia, sarà quest’odore di mosto che arriva dalle cantine, sarà sarà sarà….ma cosa volete che vi dica. 

facciamo che non vi dico un bel nulla. 

ci si vede.

faivultima modifica: 2013-10-23T18:00:00+00:00da lavalev
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “faiv

  1. Come gli uccelli migratori giungi a primavera e ti sposti a nord, poi in autunno ripassi per ritornare dove la vita riprende e si tramuta in fiore.L’odore del mosto che arriva dalla cantina merita però una fermata in allegria prima che LaVale riprenda la sua via.Un caro saluto e piacere di averti riletta.haffner

  2. Sarà la nuova fòto sul socialcoso che mi ha fatto istintivamente venire quassù (non nel senso che proponi due-tre post fa) (perché maggio è il mese della masturbazione,mica novembre) (e poi vabbè diciamocelo va bene la fantasia ma insomma su questo blog di cose zozze che inducono pensieri maiali insomma,si sente un po’ la mancanza. Eh nel 2009 fu diverso, bei tempi andati. Lì si che scorreva la PorcaMaDonna…) a curiosare se hai nuove illuminazioni per noi che diciamocelo facciam le nostre vite ma poi fondamentalmente siam qua pronti ad abbeverarci della tua saggezza. Concludo che si, si sente che in questo periodo non sei un cazzo zen (anche se i bei ricordi della frocèna di esattamente due mesi fa mi confermano invece che sei assolutamente sempre la meglio e in splendida forma fisica e morale) ma sei pur sempre uno spettacolo.Ti aspetto, sempre.

Lascia un commento