io & tao: rocckabbestia

la Vale è troppo rock!  non c’è un cazzo da fare! e se capita che una band passi di qui e si fermi a dormire, è fatta.the queen of rock, oltre che the queen of zoccole, prende il sopravvento sulla massaia asceta, e libera i suoi potentissimi ferormoni e cattura (inconsapevolmente lo giuro) il capo della banda. sarà che era … Continua a leggere

730 miles

ci volevano 6 giorni di vacanza per rigenerare un po’ corpo e mente.e sono stati rigenranti e belli perchè decisi e programmati in 4 e 4 otto. poca pubblicità, poco clamore.qualche “instagrammata” più per giocare con la giugi a “chi fa prima” e prenderla in giro, che per l’effettiva necessità di condividere.molte miglia macinate, on the road, come piace a … Continua a leggere

Cinquanta sfumature di grigio? E’ ora di rifarsi il colore.

Se ve lo state chiedendo anche voi la risposta è “no, non ho letto le cinquanta sfumature di ‘sta ceppa”. Io, che c’ho una certa, il mio periodo di lettura “harde” l’ho bell’e dato 20 anni fa, leggendo il signore dell’harde, con la esse maiuscola, il Sig. Harold Robbins, e non solo non sono incuriosita dal fenomeno   E. L. James, … Continua a leggere

3 agosto 2012

in un ennesimo pomeriggio lavorativo, che non conosce ferie, nè sabato, tantomeno domenica, mi sono trovata a ripensare a un po’ di anni fa, quando decisamente lavoravo meno, e quando della sublima arte del cazzeggio ero una maestra. per certi versi vorrei avere la macchina del tempo e tornare ad allora ( magari all’ora dell’aperitivo sulla spiaggia di viareggio, con … Continua a leggere

non vi lascio soli

non ho molto da dire. sono apatica, abulica, asociale, agnostica, astratta.però mi ricordo del blog, e degli amici che passano.vi avevo detto che avevo scritto un racconto per un amico fotografo che faceva una mostra delle sue belle foto, vero?eccolo, vi racconto una storia.ciao. Breakfast in Paris < Passami la marmellata di arance e cannella > < Aspetta, assaggia prima … Continua a leggere

accidenti all’estate e alla sfavatura

Accade che le affinità d’anima non giungano ai gesti e alle parole ma rimangano effuse come un magnetismo. É raro ma accade. Ignoro se la mia inesistenza appaga il tuo destino, se la tua colma il mio che ne trabocca, se l’innocenza è una colpa. Di me, di te tutto conosco, tutto ignoro.Eugenio Montale